Falso bolero

Curriculum di promesse non mantenute. Collezione di buchi infetti sulla pelle. Qualcuno si ostina ancora a fidarsi di me. E’ il mio attimo di riposo, il mio orgasmo. Il fascino delle stazioni ferroviarie, del viaggio anonimo. Non ho ducumenti sufficienti a definirmi, no. Sognavamo posti di blocco urbani, per l’attentato al tutto, per la nostra manifestazione estetica. Ora è meglio … Continua a leggere

moesta et errabunda

Ieri sera stavo cercando un intellettuale… Ho guardato in una panchina alla stazione… Ma non c’era. Perlomeno ho approfittato per un buchetto tra vecchi amici moribondi. Ho cercato sopra qualche cassetta della frutta ribaltata… Ma non c’era. Ho guardato sotto, magari tirava il vento e si era coperto, ma niente. Ho guardato dentro cassetti, provano sempre piacere nell’annusare i propri… Ma … Continua a leggere

Before they make me run

La ragione dotta indotta e addotta… Soggettivismo universale, dal livellamento all’altopiano… ma sempre piano. Così la vita transustanzia in attesa, stato comatoso di tutti i sensi e catatonia degli impulsi sessuali, tutto per rendere dignitosa e discreta l’attesa. Le spalle sono abbronzate e forti, la schiena a pezzi, per l’incessante lavoro di costruzione di convenzioni sociali. Se vuoi veramente stupire … Continua a leggere