Un paio di braghe nuove per il signor Guifò.

Fuori dalla mia cazzo di aura per favore. Sto scrivendo. Decupagiando i perchè della mia trascorsa notte insonne. Percherandomi sul motivo e su quanto conti la meritocrazia in questi casi. Ammettendo, sgomitando a destra e manca gli equivoci, che se avessi il capitale, investirei sulla ricerca medica, affinchè trovi il modo di poter cancellare certi momenti e soprattutto soggetti dalla … Continua a leggere

cisterna blues ..

Seduti, assemblati su sgabelli. I piedi scivolano con ricorrenza dal tubolare di metallo. L’occhio destro, e questo è un dato comune, è leggermente più chiuso, l’espressione non è più vitalistica di quella di un granchio, o di un calamaro. Con veemenza tonfi rimbombano all’interno del baule cranico, e qualche volta tornano indietro. Risentire i rumori al contrario. Un taccuino umido. … Continua a leggere

Granelli di naftalina e diritti d’autore

Con estrema parsimonia dovremmo utilizzare lo spazio. Qualsiasi tipo di spazio. A discapito del magnifico ego di molti, abbiamo bisogno di altri centri nevralgici attorno, l’elettromagnatismo di questi, se allarghiamo troppo il nosstro territorio, non riusciamo più a percepirlo… Perchè non potrei scrivere poesie se apparentemente congelo e mi piace l’idea?… Perchè non dovresti talvolta svitarti le spalle, lasciarle un po’ … Continua a leggere