Aprile nella bassa modenese

Quando me ne stavo andando ero tutto mento e zigomi, con i muscoli del viso ridicolarmente contratti per non fare uscire le lacrime. Lacrime che erano di rabbia verso te e verso l’infame che sono. Se avessi parlato ti avrei rovinato ogni cosa, perchè sarebbe stato niente altro che un atto di accusa. Così ho preferito starmene li, zitta e … Continua a leggere