Quel tuo bel battiplettro in madreperla, che viti stanche tenevano abbracciato alla chitarra che suonavo per addormentarmi i nervi

Quel tuo bel battiplettro di madreperla, che viti stanche tenevano abbracciato alla chitarra che suonavo per addormentarmi i nervi. Reti fansmatiche di linee logiche, come al centro di un enorme cubo rompicapo colorato di tutti i colori fondamentali, più qualcuno derivato. Fumo sintetico. Come quello dei concerti, inutile, soffocante, appiccicoso. Luci intermittenti. Copulazioni random come bassorilievi sulle tante colonne. Musica post-industriale … Continua a leggere