Per te che innumerevoli e incorporei commenti lasci

bhè, sì. premetto che in tale ora e in tale momento sono abbastnaza frastornata. potrò moltpo facilmente sbagliare ortografie e gtammatica pigiando questi tasti, quindi non facciamoci caso, anzi qeusto post, credo mi poiacerà molto quando da più lucida lo leggerò.

Ora, mi sembra che Raimondo poeta e scrittore, come piace gli piace, mi abbia chiesto cosa ne penso di pasolini in un suo commento. ora non riesco a trovfreak orlando.jpgarlo, ho solo questo ricordo. e dico solo che pasolini è un pensatore. il regista, il romanziere, il giornalista e ILù POETA vengonon dopo. per questo mi sembra superlfluo oarlare di poesie in form a i rosa. perchè è un direttamente subordinato dels uo pensiero. che è POI elaborato in poesia.

mi viene meglio cinversare in tali condizionin ma non digitare. scusa, raimondo, se non sono chiara, ma è il momento. daltro anto, soon qui abbandonata a me stessa, la vista mi si annebbia, un luccichio di carta l’alluminio mi fistoglie ogni tanto la’ttenzione, e il grande pungiglione cerco di tenerlo alla lontana.òl

alla fin fine bisogna forse prima pensare ai probelemi materiali tipo l’affitto, tipo ujna gioia infantile come k’alcool prima di ogni cosa. già.

al di la di ogni vizio das tempo cpnnaturato, riscoprendo in una nostalgica serata perbnene a suon di sbornie, mi sono resa conto di tante cose, e di quanto sia sconveniente la sbornia triste. come se non bastassde, in stato di semi incoscienza eccomi qua davanti a questo computer acceso. perchè, cristo? perchè?

molto probabilmente c’è qualcuno che ancora nnon os ma bvorrei sentire,  molto probabilmentge sono pate integrante di tutto ciò che odio.

molto probabilmente quello che sto scrivendo è< qualcosa di abominevole, ma in uesto stato ho volgia di scirivre cose dannnatamente semplicoi. solo che non riesco a prendere i tasti giusti.

volevo sooìlo renderee nazionale anzi diffondere a tutte le popolazioni conosciute il fatto che è terrficante trovsarsi inadeguati.

è< davvero terrificante.

non andrò tra i miei simili anche perchjè non ne ho. Vorrei piuttostoscavalcare secoli di umanità in cambio di una nuova. Non ho tempo di adeguarmi. per me fuori o dentro è la stessa cosa.

Per te che innumerevoli e incorporei commenti lasciultima modifica: 2008-11-19T02:17:14+01:00da clarissa_seton
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Per te che innumerevoli e incorporei commenti lasci

  1. Cara ‘Amica che Mi Porta Compagnia’,entusiasmante questo tuo Post,dalle
    sue imperfezioni,’volute dal fato e dalla ebrezza emozionale’…
    Inutile dire che sono materialista e noioso,il Tipico poeta rompiballe….
    Mi piace questo tuo ‘lato’ casinista,dove,seppur per brevi momenti sembri
    umana….
    In quanto a Pierpaolo,l’ho conosciuto nel 1975,poco prima della sua morte,
    e quando si incontrano 2 Poeti,soffiano i venti,ed illuminano i Fulmini….
    Felice,di quel ‘mi piace’,categorico,quanto intenso commento sulla Lirica
    della prostituta,per altro,storia vera,come Pasol,mi piace andare in sobborghi mentali inesistenti,e come Lui,naturalmente,rischio…
    Devoto,della Tua ‘lucida scrittura’,spero ancora di risentirti,sempre
    che la mia audace penna non ti rechi ‘stanchezza’….
    Postero’ un giorno ‘nonstante’,composta nel 1976,credo,che potrebbe piacerti….
    Ma,dato che apparteniamo entrambi ad uno sfogo filosofico vivente,
    sappi una cosa,io ci provo con tutte,ben sapendo che affronto sempre la stessa battaglia persa piu’ volte….
    miao
    Raimondo,Poeta,scrittore

Lascia un commento