Je ne t’aime plus

Chiedo uno sforzo di memoria o di fantasia.einst_bb.jpg

Immaginate una donna giovane, eterea, bianchissima, che a guardarla ci si riempia di una gioia trascendentale. Una vista così bella da provocar male alla pancia, che dopo qualche secondo non siate neanche più sicuri di avere davanti a voi questa donna. E che la sua vista vi provochi un tale frastuono ai pensieri che cominciate a odiarla, così da lanciarle occhiate truci.

zoom sulle mani. sulla mano destra. sulle unghie di dito medio, indice e anulare, che si alzano, e con forza inumana lascino un lungo graffio, profondo e bianco sulla lavagna.

Non si può parlare dell’indicibile. Non si può parlare dell’incomunicabilità. Non si può esprimere ciò che è così dannatamente difficile da esprimere già con le immagini. Le parole sono fottutamente inutili. Perciò meglio parlare dell’inutile. Tipo del pensiero di cercare di smettere.

 

ahah.

Je ne t’aime plusultima modifica: 2008-11-10T21:41:00+01:00da clarissa_seton
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Je ne t’aime plus

  1. Si si,d’accordo,ma secondo la mia modesta opinione tutta la vita si vive
    ‘metaforicamente parlando’…Io do un senso metaforico anche ad un gatto
    che fa lezioni di ginnastica quando passo la mattina….
    per quanto riguarda il corso di sopravvivenza,so che alzerai le sopraciglia,
    o assumerai una posizione distaccata,ma sono superstizioso,ed ho toccato
    un amuleto….
    Ti volevo chiedere se hai mai ascoltato un disco in ‘bassa produzione’…
    Vale a dire che quando mi e’ stato regalato ho notato che sulla copertina c’era la seguente frase…’Questo prodotto e’ venduto in tiratura limitata’
    Il mio numero e’ il 4,ed il disco in vinile e’ di Battiato…
    ‘L’ombrello e la macchina da cucire’,ci sono 2 brani che mi hanno colpito,
    tutti e due coi testi dell’amico Sgalambro,’breve invito a rinviare il suicidio’,
    e,’un vecchio cameriere’,che trovo straordinari,ed entrambi appartenenti a quel tipo di metafore che a volte non sembrano esserlo,come la ‘citazione ‘dei 2 autori della ‘moglie pazza’ del cameriere…
    Ti volevo anche chiedere che cosa ne pensi della produzione letteraria di Alessandro Baricco….
    Ciao
    Raimondo,Poeta,scrittore
    P.S.

    Comunque Alda Merini e’ sempre piu’ depressa,povera Alda…Forse ha ragione Lei…

  2. La Citazione

    Ti ho citato
    senza saper d’averlo fatto,
    come
    in un ritratto non compiuto,
    ad un tratto
    ho dipinto
    quel ‘dovuto’
    che non si puo’ mai dare
    a forza poi di continuar a citare
    ho sospeso gli occhi sulla tela
    una verde ragnatela
    mi consumava gli occhi,
    oh
    quanti ballochi
    estraggono le mani
    ma quel ragno
    che tesse il mio domani
    lo lasci al tuo ricordo.

    l’ho scritta pensando al non pensare

Lascia un commento