Falso bolero

1444993141.jpg

Curriculum di promesse non mantenute. Collezione di buchi infetti sulla pelle. Qualcuno si ostina ancora a fidarsi di me. E’ il mio attimo di riposo, il mio orgasmo. Il fascino delle stazioni ferroviarie, del viaggio anonimo. Non ho ducumenti sufficienti a definirmi, no. Sognavamo posti di blocco urbani, per l’attentato al tutto, per la nostra manifestazione estetica. Ora è meglio che vada. Attenderò con pazienza qualcosa. Tedio.

I nostri affreschi sulle mura degli squat pieni di punk a Londra. E ancora gli incroci a Praga. La birra in lattina consumata con calma dentro il consorsio. Amavamo il rosso, e tutte le sue 203 sfumature. Gli anni non sono mai sprecati. O forse sono solo pochi mesi? Colpa della mia sensazione di tempo dilatato.

Ho voglia di andarmene. Ci risentiremo.

Falso boleroultima modifica: 2008-09-28T17:29:54+02:00da clarissa_seton
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Falso bolero

Lascia un commento