il respiro affannato e maleodorante di chi ha scelto come me di non vivere, di fare un’ altra cosa.

93084462.jpg

 

 Quasi non entrava più luce nei suoi occhi. Era buffo. Ci si ritrovava sempre, in un modo o nell’altro, a parlare di sguardi… di come certe occhiate avessero determinato l’esito di tanti avvenimenti, per esempio la battaglia di Waterloo. Almeno si pensava così.

All’epoca non avevano paura di stringere la mano ai tipi grotteschi. E all’epoca neanche si immaginavano che il tempo passasse e tramutasse tutto in maniera così eclatante. Non avevano mai sonno. Come vecchi scatoloni polverosi, colmi di foto, rotolano dalle scale della soffitta.

(Strano eppure accaduto. Un paio di giorni a guardar le stelle, tanto non avevo un tetto che ostruisse lo sguardo, e al ritorno, dopo tante urla e insulti presi, riesco a convincere il latifondista a posticipare il pagamento. A convincerlo è stato un contratto di un mese in un call center di qualche azienduccia. (insomma, mi arriveranno dei soldi per pagare questi metri quadrati al legittimo proprietario). Condizioni di schiavitù.. ma è il massimo che riesca a fare e che possa pretendere nelle mie attuali, abominevoli condizioni. Il fatto non è interessante, me ne rendo conto, ma per me è un sollievo avere ancora una tana per un po’. Oltretutto non ho dovuto vendere questa macchinetta informatica… e, mannaggia a me, ho ancora voce in capitolo sulla rete… è una strana sensazione)

il respiro affannato e maleodorante di chi ha scelto come me di non vivere, di fare un’ altra cosa.ultima modifica: 2008-08-25T21:53:53+02:00da clarissa_seton
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “il respiro affannato e maleodorante di chi ha scelto come me di non vivere, di fare un’ altra cosa.

  1. peccato non abbia la forza neanche più per porre una o nel tuo “non” mutilato.
    Mi fa piacere farti piacere, è un piacere mio. Anche se mi suona dissonante al timpano.

    Ma ora è meglio che io vada, per la mia cattiva strada…

    Buon proseguimento, dunque. Che ci si risenta presto.

Lascia un commento